PROGETTO "BUON VICINATO"

In risposta al procedimento ad evidenza pubblica per la coprogettazione esecutiva del progetto “BUON VICINATO 2018/2020” le realtà associative ADA – ANTEAS – AUSER – COOPERATIVA LA PICCOLA MATITA – ASSOCIAZIONE MONDO NUOVO – AIDEA – AIDEA SOLIDARIETA' coordinate dall'Associazione ANTEAS, hanno deciso di costituirsi in Associazione Temporanea di Scopo (ATS) e rispondere insieme all’invito del Comune della Spezia a formulare il nuovo progetto di gestione del servizio di “Buon Vicinato”, a favore dei cittadini e delle cittadine residenti sul territorio del Comune di Lerici e della Spezia che vivono in una situazione di disagio socio-economico, in particolare anziani over 65, disabili, soggetti con disagio psichiatrico e famiglie con minori in difficoltà, anche straniere.

OBIETTIVO

L’obiettivo delle Associazioni attraverso questo progetto integrato è, coerentemente con le richieste dei Comuni e del Distretto Socio-Sanitario 18, sempre quello di:

contribuire a migliorare la qualità della vita dei cittadini e delle cittadine, in particolare nell'ambito familiare e della cura ai propri cari, attraverso la promozione e realizzazione di percorsi di solidarietà e la valorizzazione delle iniziative dal basso, in rete con Servizi Pubblici e Terzo Settore.

RISULTATI ATTESI

1.Sulla base di piani di intervento personalizzati predisposti dai Servizi Sociali del Comune della Spezia e dal Comune di Lerici vengono offerti servizi di assistenza leggera “servizio di buon vicinato”. Sarà data continuità al servizio di mobilità assistita durante tutto il periodo del progetto. Le Associazioni, attraverso il ricorso a mezzi propri e l'ausilio di autisti volontari, organizzeranno un servizio di trasporto degli anziani dal proprio domicilio ai Centri Sociali Anziani, per favorirne l'inclusione e la socializzazione.

2.I funzionari dei Servizi Sociali del Comune della Spezia e di Lerici indicano i cittadini che possono usufruire del servizio di trasporto sociale. Questo servizio di trasporto protetto risponde anche ad altre necessità di accompagnamento dell'anziano che vive solo o in condizione di fragilità sociale quali visite mediche, analisi cliniche, terapie, uffici e servizi pubblici ma anche eventi e manifestazioni culturali, sociali e ricreative che possano rappresentare occasione di benessere, inclusione sociale ed arricchimento personale.

3.Viene realizzato un piano di attività collettive ricreative rivolte agli utenti e alle loro famiglie con l’obiettivo di offrire utilizzo di qualità del tempo libero e occasioni di promozione della cittadinanza attiva attraverso la mutua conoscenza e la conoscenza del proprio territorio locale.

4.Centralità strategica della formazione-azione dei volontari/buoni vicini. Loro coinvolgimento in giornate di formazione costruite a misura dei loro bisogni di competenze al fine di creare un clima di collaborazione, condividere in forma chiara gli obiettivi del progetto tra tutti i volontari e soprattutto identificare e risolvere problemi e sfide che si sono presentati nelle edizioni precedenti. Per entrambi i territori si tratta di una formazione continua (terza fase per il Comune della Spezia e seconda per il Comune di Lerici).

5.Consolidamento del sistema di monitoraggio e valutazione degli interventi attraverso la formulazione e applicazione di interviste semistrutturate somministrate a domicilio agli utenti. Valutazione degli aspiranti volontari e standardizzazione della procedura di abbinamento buon vicino-cittadino.

6.Sviluppo di una strategia di comunicazione e diffusione delle pratiche e delle opportunità di accesso ai servizi del buon vicinato attraverso il passaparola, il volantinaggio nei luoghi strategici della città e dei quartieri, le nuove tecnologie e feste di Buon Vicinato.

7.Consolidamento della linea di comunicazione e progettazione congiunta con il progetto Sensori Sociali/Punto per te per la sorveglianza del territorio e l'ottimizzazione della filiera dei Servizi pubblici e privati alla popolazione fragile (dalla promozione, al welfare leggero, alla presa in carico)

8.Creare una collaborazione fattiva tra volontariato e mondo della Scuola che sarà mantenuta da figure qualificate con la richiesta di impiegare studenti volontari a cambio di crediti e supporto nell'apprendimento. Si tratta di un'effettiva promozione del volontariato e della solidarietà nelle giovani generazioni. 


La presente progettazione rappresenta dunque un'importante opportunità per continuare l'esperienza di sperimentazione e riflessione sulle attività in risposta ai nuovi bisogni sociali, all'invecchiamento della popolazione ed al prolungarsi della speranza di vita, nonchè alle nuove povertà presenti sul territorio provinciale. Il progetto si propone di agire come osservatorio sociale territoriale e diffuso, attraverso gli occhi e le orecchie dei volontari accompagnati da professionalità esperte, capace di identificare e portare alla luce nuovi bisogni e di conseguenza elaborare nuove risposte ad hoc a beneficio dei cittadini e delle cittadine.


Il Servizio dei Buoni Vicini deve essere richiesto allo sportello di cittadinanza dei SERVIZI SOCIALI. Questo è un Servizio del Comune della Spezia gestito insieme con un partenariato coordinato dall'Associazione di Volontariato ANTEAS in rete con ADA, AUSER, COOPERATIVA LA PICCOLA MATITA, ASSOCIAZIONE MONDO NUOVO, AIDEA, AIDEA Solidarietà.